I luoghi del festival

Ceresole Reale

Incantevole paese dell’alta valle Orco, a 1600 m. di altitudine, Ceresole Reale è incastonato tra il massiccio del Gran Paradiso e quello delle Tre Levanne, ed è la porta ideale del versante piemontese del Parco Nazionale del Gran Paradiso. Meta turistica già amata da poeti, artisti e alpinisti, Ceresole Reale è oggi un punto di riferimento per gli amanti dell’arrampicata, del trekking e del turismo ecosostenibile.

Per gli appassionati di kayak e windsurf una tappa imprescindibile è il grande lago artificiale, creato negli anni ’20 del Novecento sommergendo le antiche borgate, allorché l’azienda elettrica realizzò di un’enorme diga per la produzione di energia.

Per l’eccezionale bellezza paesaggistica e per l’integrità del suo ambiente naturale Ceresole Reale ha ricevuto il prestigioso riconoscimento interanzionale di “Perla delle alpi”.

Ca’ dal Meist

C’è una storia che a Ceresole raccontano tutti. E’ quella di Giacomo Giovannini, il mastro da muro (Meist) che si rifiutò fino all’ultimo di abbandonare la sua abitazione, costruita interamente con le sue mani, destinata a restare sommersa dal nuovo lago artificiale. In suo soccorso invocò persino la Madonna, della quale portò in spalla una pesante effigie in pietra da Torino a Ceresole, in tre giorni di duro cammino lungo la via che oggi è la ss. 460. Per convincerlo alla resa l’azienda elettrica dovette costruirgli una nuova, grande casa accanto al municipio del paese. La statua della Madonna trovò posto in una nicchia sulla parete esterna.

Oggi la Ca’ dal Meist è diventata la sede della biblioteca Gianni Oberto, specializzata nei temi della montagna, e del centro internazionale Memoria delle Alpi. Nella sala convegni della biblioteca, il sabato pomeriggio, avranno luogo le presentazioni del ciclo “Caffé corretto libro”.

Rifugio Mila e PalaMila

In un luogo mozzafiato, sulla riva del lago e qualche chilometro oltre il centro abitato, sorge il Rifugio Mila, ex palazzina per i dipendenti dell’azienda elettrica e oggi moderno rifugio dotato di camere, appartamenti, bar ristorante, biblioteca e sala relax. Comodamente raggiungibile in auto, il Rifugio è punto di partenza ideale per escursioni in altura o passeggiate intorno al lago, e grazie alla sua grande area verde è meta amatissima dai turisti di Ceresole.

A pochi passi dal Rifugio, e anch’esso intitolato al celebre musicologo e alpinista Massimo Mila, sorge un’avveniristica struttura coperta in legno lamellare, dedicata agli spettacoli: il PalaMila.

Sul suo palco si esibiranno i musicisti, gli autori e le compagnie ospiti del QuattroeSessanta festival.

Share This
X